Ricerca e Sviluppo

 

 

L' innovazione intesa come azione di rinnovamento ha portato questi docenti dell'Università di Pisa a rimettersi in gioco proprio nel momento in cui la loro carriera era consolidata e realizzata.

 

L’intento è di trasferire le competenze acquisite nel proprio laboratorio per innovare anche l'industria e dare a piccole-medie aziende la possibilità di incontrare la ricerca, aumentando la propria competitività non solo tramite la solita riduzione dei costi, ma mediante l'innovazione di prodotto.

 

Ne è scaturita Planet Bioplastics, una start-up innovativa con l’obiettivo di avere al proprio interno imprenditori del settore delle materie plastiche e docenti universitari che dialogano e cooperano, trasferendosi vicendevolmente informazioni e competenze, usando linguaggi diversi ma complementari per parlare di compound polimerici derivati da fonti rinnovabili, compostabili o meno a seconda dell'applicazione e delle esigenze.

 

I laboratori del Dipartimento di Ingegneria Civile ed Industriale ospitano la ricerca di Planet Bioplastics e diventano luogo di integrazione fra università ed azienda; la collaborazione permette di modificare il modus operandi di entrambe, rendendo l'innovazione possibile anche per piccole-medie aziende, spesso assorbite dalla lotta solitaria nella difesa della loro posizione all'interno di un mercato sempre più dominato da grandi aziende multinazionali.

 

L'obiettivo industriale di Planet Bioplastics è la produzione di compound di biopolimeri in quantità medio-piccola per i progetti di ricerca e per i trasformatori locali, che talvolta non trovano presso i grandi produttori quanto serve a loro e non hanno nemmeno le quantità che servirebbero per indurre un produttore ad aprire un progetto ad hoc. 

 

Dare collaborazione a progetti di ricerca che non si possono tradurre nell'immediato in prodotti commerciali ma che rispondono ad esigenze e problemi concreti soprattutto a livello ambientale significa innovare il modo di fare business ponendolo al servizio del nostro pianeta e soprattutto del nostro presente e prossimo futuro, nostro e delle prossime generazioni.